Dottore è vero che un uso eccessivo e prolungato di curcuma può provocare disturbi emorroidali?

Si, se si eccede. Si, perchè la curcuma contiene molte sostanze attive che possono irritare l’intestino e anche l’ultima sua parte, l’ampolla e il retto dove risiedono anche solo internamente delle varici emorroidali. Leggi, facendo una ricerca con la parola ‘curcuma’, gli altri interventi sui problemi che può creare a livello delle vie biliari dando una vera e propria ‘colangite chimica’ (colangite significa infiammazione delle vie biliari) come comunicato dal Ministero della Sanita a Maggio 2019.
Il alcuni sogetti predisposti anche piccole quantità possono dare questi disturbi, altri possono mangiarne di più. Va evitato di mangiarla a pezzi nell’insalata, come si fa per le carote. La curcuma è una pianta medicinale molto attiva e va mangiata dopo averne ‘attenuato’ le proprietà farmacologiche attraverso la bollitura, l’ammorbidimento in acqua. E’ bene usarla come veniva usata tradizionalmente: in polvere; in questa maniera molte sostanze volatili irritanti si allontanano per evaporazione dalla polvere e questa conserva il suo sapore ma diventa meno irritante.

2 commenti su “Dottore è vero che un uso eccessivo e prolungato di curcuma può provocare disturbi emorroidali?”

  1. Spiegazione semplice e molto utile. Oggi, con la diffusione della “cucina etnica”, si usano le spezie senza conoscere le regole per il loro utilizzo, sottovalutando il loro effetto sull’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *